FRANCESCO PALAZZINI 

Coordinatore e Capogruppo di Fratelli d’Italia per il Comune di Arezzo

FRANCESCO PALAZZINI 

Coordinatore e Capogruppo di Fratelli d’Italia per il Comune di Arezzo

L’operazione di questi giorni, messa in campo dalla Guardia di Finanza, conferma che anche ad Arezzo c’è chi percepisce indebitamente il reddito di cittadinanza, voluto dai 5stelle al solo scopo di acquisire consenso a spese degli italiani.

Finalmente tutti si stanno accorgendo, con l’aumentare dei controlli e attraverso l’esperienza di chi non ha mai ricevuto alcuna proposta di lavoro dai famosi navigator, che questa misura aveva solo un sapore assistenzialista, senza alcuna strategia in merito alle politiche attive per il lavoro.

Un Governo che vuole aumentare ancora l’età pensionabile, che eroga una miseria per chi presenta gravi disabilità, ma continua a sperperare i soldi dei contribuenti in una misura inefficace ed ingiusta come questa priva di qualsiasi prospettiva, è privo di visione politica.

La mia idea resta sempre la stessa, il Reddito di Cittadinanza non è lo strumento giusto per combattere la crisi economica e dare dignità a quei cittadini che vivono situazioni di disagio economico.

L’unico strumento che può farlo è il LAVORO.

Come Fratelli d’Italia Arezzo, in attesa che questa misura venga completamente rivista, abbiamo presentato una specifica mozione affinché i 1256 aretini che attualmente lo percepiscono vengano inseriti in Progetti Utili per la Comunità.

 

https://www.arezzonotizie.it/cronaca/reddito-cittadinanza-finanza-furbetti.html?fbclid=IwAR28IXOY_qVdbfiEneSQWQuPLcdCh0bx3vQwob3I3EAjvlr-dYkXP7XRcgw